martedì 23 giugno 2015

Tiziano Ferro

Stadio Comunale Artemio Franchi

Tutto è perfetto. Tutto somiglia a te...Tiziano.

Martedì 23 Giugno 2015 Ore 20:24

Ha iniziato chiedendo "Xdono", ma perdono per cosa caro Tiziano? Per averci fatto vivere una serata letteralmente magica? Con un'inizio da antologia, fatto di pezzi quali "La differenza tra me e te" e "Sere nere", il cantautore di Latina ha fatto subito capire che questa non sarebbe stata una serata come le altre; che fosse in smoking, o con un completo rosso fuoco, piuttosto che in jeans e maglietta TZN ci ha mostrato tutte le sue sfaccettature e le sue emozioni, tutte le sofferenze e le gioie di una carriera che lo ha visto crescere non solo come cantante ma anche e soprattutto come uomo, vedendolo compiere scelte anche difficili per se stesso e chi gli sta intorno, scelte che però lo hanno portato alla felicità. E si nota: Tiziano è felice, è padrone del palcoscenico, è pienamente se stesso e le sue canzoni gli calzano a pennello addosso, perfetta rappresentazione di questo ragazzo che sa emozionarsi davvero, che piange e sorride di cuore, che ci racconta che è un "Imbranato" e che anche dire un "Ti voglio bene" può diventare un'arma a doppio taglio, che "L'amore è una cosa semplice" e la vita può trasformarsi in un "Incanto" da un momento all'altro.

Tiziano vola, salta, balla, si fa un giro panoramico e canta sul pubblico in delirio "Non me lo so spiegare", di fronte a una folla che, giustamente lo osanna, come si osanna uno di loro che ce l'ha fatta, perchè alla fine Tiziano è questo: un ragazzo del pubblico, uno che vive per la musica che adesso vive con la musica. Uno che ha inseguito un sogno e lo ha raggiunto e la testimonianza dell'Artemio Franchi pieno ne è la miglior conferma: lui che a Firenze ci è cresciuto, che qui è diventato grande ed è diventato anche un cantante "vero", come ha raccontato lui stesso, che con la città ha un rapporto così speciale forse proprio stasera, in questo stadio, ha trovato la sua definitiva consacrazione, ha vinto la sua "Olimpiade". Questo è "Il regalo più grande" che gli ha fatto il pubblico fiorentino. 

Tiziano in cambio ci ha donato la sua musica e la sua vita: e alla fine ci ha detto, vale la pena ripeterlo, che, anche se "non me lo so spiegare" "l'amore è una cosa semplice" ed è grazie all'amore che questo concerto è stato straordinario. Un amore corrisposto tra migliaia di cuori e quello di Tiziano.

Questa è la foto che ci siamo scattati stasera.

Una foto in cui eravamo, tutti, contentissimi.

Sopra e sotto il palco.

@Alessio Gallorini

Fotogallery